El Portal

New Trophy

Cam Jazz Presents CAMJ 3312-5

8052405140531 - New Trophy - CD

Artists :
Joe Rehmer ( Bass )
Nolan Lem ( Tenor Sax )
Rainer Davies ( Electric Guitar )
Paul Bedal ( Fender Rhodes )
Dion Keith Kerr IV ( Drums )
El Portal ( Band )
Release date
Mar 20, 2012
Duration
0:43:52
Barcode
8052405140531

El Portal comes from Miami, and they took their name from a suburb of 2,500 inhabitants. It's a quintet formed by Nolan Lem on saxophone (all of the pieces were written by him), Rainer Davies on electric guitar, Paul Bedal on Fender Rhodes, Joe Rehmer on bass and Dion Keith Kerr IV on drums. It was in the autumn of 2006 when the five musicians found themselves hiding out in the same house for days from the violent Hurricane Katrina. They made a pact that, if all of them escaped unharmed, they would found a jazz band together. Not exactly typical.


Their strong bond can be easily heard on this record. Their varied listening habits and performing experience are reflected in the currency of the music. Here and there we find hypnotic bass lines and rock riffs; but there's also a nod to Mingus and an affinity for drastic changes of tempo and mood which remind attentive listeners of John Zorn. But these similarities are incorporated into a musical whole which stands on its own strength, characterized by a search for unexplored sonic territory. These young musicians are covering ground, making strong original music with a conviction that belies their age. (F. Scoppio)


Recorded in Cavalicco (Udine) on 18, 19 May 2011 at Artesuono Recording Studio
Recording engineer Stefano Amerio


Liner notes by Federico Scoppio

Reviews

El Portal New Trophy

“Vortex”, the first of an entire album’s worth of original compositions by saxophonist Nolan Lem, offers tight yet mesmerizing melodic lines. The playing initially sounds disciplined and unified enough to be through-composed, though Lem’s explorative soloing further in carries an improvised sound and spirit. A sharp guitar and drum attack commences “Crunch l”, which has a teasing syncopated approach before morphing into a straight-ahead burner...
The lovely “Portrait Of Paul” unfolds in a dignified manner, with Lem’s saxophone and Joe Rehmer’s bass coming across as particularly expressive. And there’s a fun, almost mischievous communal attack on closing track “Tazeropolis” as guitarist Rainer Davis and keyboardist Paul Bedal subtly jockey for advantage like competitive but loving brothers.

21/5/2013DownBeatY. Kato
El Portal “New Trophy”

Sono cinque statunitensi all’esordio con la CAM JAZZ i componenti di questo quintetto postosi immediatamente all’attenzione del pubblico e della critica: Nolan Lem al sax tenore, Rainer Davies alla chitarra elettrica, Paul Bedal al fender Rhodes, Joe Rehmer al basso e Dio Keith Kerr IV alla batteria. La genesi di questo gruppo è particolarmente strana: nasce,infatti, a Miami nel autunno del 2006 in una casa con le finestre blindate, dove i componenti si recarono per mettersi al riparo dal violentissimo uragano Katrina che sconvolse le coste degli States. Lì, mentre le forze della natura premevano con tutta la loro potenza, questi cinque musicisti gettarono le basi per un percorso comune che di lì a poco si sarebbe sviluppato con risultati straordinari. Nasce così un’intesa di fondo ed un gruppo che chiamano El Portal proprio da un quartiere di Miami. Senonchè il quintetto stenta a solidificarsi in quanto, col trascorrere del tempo, i vari membri si disperdono spostandosi in altre città come Chicago, Philadelphia, Kansas City e Foligno. Qui si stabilisce il leader del gruppo, il bassista Joe Rehmer che trova il modo di farsi apprezzare dai musicisti “nostrani” che lo chiamano spesso e volentieri. Lo scorso anno, i cinque decidono di effettuare una tournée in Italia culminata con la partecipazione allo Young Jazz Festival 2011. Ascoltando l’album un dato balza subito evidente: questi ragazzi suonano con originalità, allontanandosi da qualsivoglia clichés siamo abituati ad ascoltare in questi periodi. La loro musica è fresca, moderna, ma non scevra da influenze “tradizionali”. Così, tanto per intenderci, ad assolo tirati e improvvisati alla free jazz fanno da contraltare mutamenti di ritmo propri della poetica mingusiana o stilemi nell’utilizzo del basso propri della musica rock. Il tutto amalgamato da una grande empatia, da una padronanza strumentale sempre posta al servizio dell’espressività e da una ricerca sul suono assai interessante. Anche il repertorio presenta notevoli motivi di interesse essendo stato composto, nella totalità, dal tenorista Nolan Lem.

5/4/2012online-jazz.netGerlando Gatto
New Trophy El Portal

Un uragano musicale dietro questo quintetto americano all'esordio discografico con la CAM JAZZ. Un gruppo che ha visto la propria genesi durante uno dei grandi uragani che nell'autunno del 2006 sconvolse Miami. Proprio quando, barricati in casa con le finestre blindate, i cinque musicisti concepivano e davano forma a quello che sarebbe stata questa splendida band.
Capitanati dal contrabbassista Joe Rehmer, che da alcuni anni ha scelto proprio l'Italia come sua dimora, e che molti grandi del jazz nostrano hanno cooptato all'interno delle proprie formazioni, El Portal si ritaglia nel panorama internazionale un posto di primo piano. Un sound moderno, ricercato, che si ispira al grande jazz americano moderno ma che ben conosce il linguaggio della tradizione che usa come punto di partenza mai di arrivo.
Sparsi tra Chicago, Philadelphia, Kansas City e, appunto, Foligno, i componenti del quintetto proprio lo scorso anno si sono esibiti in giro per la penisola italiana durante un tour che ha visto il suo culmine durante lo Young Jazz festival, una delle rassegne jazzistiche del paese dedicate ai giovani.

1/4/2012jazzitalia.neteditorial