Labels > Cam Jazz > Giovanni Tommaso > Bassoprofilo

Giovanni Tommaso

Bassoprofilo

Cam Jazz CAMJ 7844-5

Item: full_album_8052405140340_CD

Artists :
Gabriele Mirabassi ( Clarinet )
Simone Zanchini ( Accordion )
Giovanni Tommaso ( Double Bass )
Release date
Sep 22, 2011
Duration
0:46:09

BassoProfilo... a skillful play on words, but especially a musical "attitude" which starts from the BASS, without any ties or stylistic constraints. Prodigious talent, creativity, and spontaneity secure a prime result.


 


The fact that Giovanni Tommaso is one of the most important players in the history of Italian jazz needs no further questioning. This is true today, as it was in the past, confirming Tommaso as a fascinating, sensitive and amazing artist; but the new "Bassoprofilo" goes right to the heart as the Tuscan bassist pens one of his most intriguing works. Together with two unique talents such as clarinet player Gabriele Mirabassi and accordion player Simone Zanchini, Tommaso moves within the territories of improvisation, melody and lyricism, in a journey that brings out his full talent as composer.


"The name of the new project I have recently formed”, says Tommaso, “is not only an allusion to the fact that I play the double bass, and that my friend Gabriele's last name is Mirabassi. It is also a musical "attitude" which starts from the BASS, without any ties or stylistic constraints. It's no coincidence we jump from a tune with a contemporary structure to a mazurka, though re-interpreted in a personal manner. With this Trio we offer a repertoire I wrote in total freedom and without inhibitions, which was also inspired by memories of my adolescence. Fortunately, I found Gabriele and Simone who immediately fit in. Their talent and their creativity made everything very spontaneous, and it wouldn't have been the same without them."


It is truly extraordinary to hear the creative play among the three artists, who are always surprising us as they explore among the styles, genres and ideas with a simplicity that grasps and amazes the listener track by track. A range of colors and moods that give life to this new work released by CAM Jazz, and that makes this album one of the most beautiful in recent years.


Recorded and mixed in Calvi dell’Umbria on 12, 13 April 2011 at Elettra Studio Recording & mixing engineer Pasquale Minieri


Cover photo by Andrea Boccalini

Reviews

BASSOPROFILO Giovanni Tommaso

Pur avendo alle spalle oltre 50 anni di carriera, Giovanni Tommaso è uno di quei musicisti che sembrano non aver perso minimamente quella vivacità artistica, necessaria se si ha ancora voglia di stupire e di stupirsi. E Bassoprofilo, disco in collaborazione con Gabriele Mirabassi al clarinetto e Simone Zanchini alla fisarmonica, è la prova diretta che il contrabbassista di Lucca non ha ancora perso la voglia di mischiare le carte in tavola. Quest’ultimo disco, infatti, così atipico a partire già dalla formazione, è un lavoro composito in cui confluiscono diverse anime: dalla musica popolare resa aulica dall’intervento dell’improvvisazione, a brani che richiamano un legame con il cinema, a melodie più introspettive e meno lineari. Il tutto condito da una vivacità artistica che rende Giovanni Tommaso uno dei jazzisti più importanti del panorama musicale italiano.

15/3/2012SuonoCarlo Cammarella
Giovanni Tommaso BASSOPROFILO

Perché nella musica non esiste, in fondo, una discriminazione fra musica popolare e musica colta: è questo che ci racconta “Bassoprofilo”, titolo di un album e al tempo stesso nome di un trio composto da Giovanni Tommaso, Gabriele Mirabassi e Simone Zanchini. Un gruppo decisamente inedito sotto il profilo timbrico – riunisce strumenti che danno l’opportunità di orientare la musica su ambiti classici e contemporanei (clarinetto) e folkloristici (fisarmonica) – che si è dato appuntamento per mettere in scena l’anima più profonda del jazz, per sua natura musica popolare e colta al tempo stesso. Il repertorio è tutto a firma di Tommaso e si passa con disinvoltura dalla scanzonata A vanspettacolo al valzer di Palloncini, dalla giocosa mazurca Mi-ama-zurka a composizioni dalla forte propensione melodica, come la struggente Buster Keaton Never Smiles. Un album intenso, melanconico e lirico, a tratti beffardo e goliardico, che ben rappresenta il carattere del suo leader, un tosco-romano profondo e romantico, che torna a meravigliarsi e meravigliarci.

10/11/2011JazzitLuciano Vanni
Bassoprofilo

Evidentemente, chi dirige la CAM Jazz possiede una vasta visione della materia e magari la capacità di entrare nel merito di ogni album, mettendo gli artisti nella condizione ideale per esprimersi senza remore. I benefici effetti di tale situazione devono aver agevolato le aspirazioni libertarie di una storica colonna del jazz italiano come Giovanni Tommaso, il quale riesce finalmente a distaccarsi da proposte musicali tanto eleganti quanto ancorate all’ormai abusato post-bop. In “Bassoprofilo” il celebre contrabbassista e compositore pare animato dal desiderio di rimettersi in gioco inaugurando un percorso che, pur non contraddicendo il nobile operato del passato, approda in spiagge linguistiche aggiornate. La maturità e la consapevolezza di non dover dimostrare più niente attenuano in Tommaso qualsiasi smania accentratrice, difatti nonostante sia il titolare e l’autore di tutto il repertorio del disco concede ampia visibilità ai due partner, a testimonianza della condivisione progettuale e della stima nutrita nei confronti dei compagni di avventura, più giovani di almeno un paio di generazioni.
Alla ritmica di “Bassoprofilo” provvede solo il contrabbasso di Tommaso, che garantisce una base granitica ai voli sinuosi di Gabriele Mirabassi (clarinetto) e Simone Zanchini (fisarmonica), da circa quindici anni ritenuti entrambi tra i massimi virtuosi dello strumento, affermatisi già da tempo negli ambienti del jazz nostrano che conta sfornando ottime prove e collaborando con parecchie star. Ciò che principalmente attrae nelle nove tracce del CD è il “senso di appeso” e il cool circolare che lo permeano, sfocianti in quadretti di swing cameristico riecheggianti i famosi trii guidati da Jimmy Giuffre al tramonto dei ’50. Ogni momento è baciato da gran classe e da estrema coerenza.

7/11/2011AudioreviewEnzo Pavoni
Giovanni Tommaso Bassoprofilo

“Bassoprofilo” è questo il titolo, nel segno dell’understatement del nuovo disco di Giovanni Tommaso Trio (CAM Jazz). Un cd in cui il noto jazzista italiano insieme al clarinettista Gabriele Mirabassi e al fisarmonicista Simone Zanchini si è divertito a reinterpretare classici della musica popolare. Compresa una mazurka.

9/9/2011 LEFT Federico Sisti